Ho comprato un drone, e ora cosa posso fare?

Ci sono delle regole Drugo, questo non è il Vietnam.

Il grande Lebowski

Innanzitutto, vista la domanda, immagino che tu abbia comprato un drone sotto i 250 gr., probabilmente un Mavic Mini 2. Hai appena fatto la cosa più facile: comprarlo.

Le normative sono cambiate e cambieranno ancora probabilmente. Parto dalle cose che non devi fare:
1) non devi prendere il patentino se NON vuoi volare su zone critiche e se non hai anche droni più pesanti.
2) Non decollare subito, finisci queste poche righe e intanto carica le batterie del drone.

Ecco invece le cose che puoi fare subito

  1. contatta una assicurazione di fiducia e fatti fare una assicurazione per droni, scegli una polizza da Hobbista o una palizza per lavorarci. I prezzi sono popolari, 30€ per hobbismo e intorno ai 100€ per operazioni lavorative. Ti consiglio di dare un’occhiata su https://www.dronezine.it. Dronezine è una rivista specializzata in Droni e ha delle offerte assicurative calibrate ed economiche, in più, assicurandoti con loro avrai anche la rivista. Accordandoti con Dronezine in 1, massimo 2 giorni sarai coperto.
  2. Iscriviti su D-Flight. d-flight è il portale che per conto dell’ENAC regolamenta il volo dei droni, e che registra tutti i piloti e i loro droni. Appena arrivi sul sito ti troverai una tabella:
tabella delle operazioni da effettuare permettersi in regola con l'enac

Ora punto per punto dovrai seguire le istruzioni:

  • Prima ti iscrivi al portale, l’iscrizione è gratuita.
  • Ora dovrai associare un drone, il tuo, quello che piloterai, dovrai assegnargli un nome e il sistema ti chiederà alcune matricole che troverai nella scatola, oppure direttamente sull’etichetta del drone (se ce l’ha) o ancora all’interno del software per pilotarlo nel profilo dell’apparecchio. Avrà un codice il drone, il telecomando e l’impianto di trasmissione dati.In questa sezione ti verrà chiesta prova di copertura assicurativa: Nome azienda e nr. polizza.
  • Poi è il momento di diventare un’operatore SAPR ( il drone si chiama così), ricordati che per pilotare droni con peso inferiore di 250 gr. non serve patentino. In questa sezione dovrai inserire la tua anagrafica e anche la foto del tuo documento.
  • Adesso la parte burocratica appena introdotta dai nuovi regolamenti: il drone deve avere una targa, o meglio il pilota deve averla, questa targa è associata al pilota e andrà appiccicata sul drone. Non sarà altro che un QR Code generato con i vostri dati. La “targa” costa 6€ per gli hobbisti e 24€ per i PRO. Per comprare la targa devi prima cambiare gli euro in D-Coin, una moneta virtuale: stai tranquillo è molto semplice e cambierà poco che pagare con PayPal.

Una volta fatte queste operazioni ( che richiedono qualche ora) sei pronto per volare, ma ricorda:

Puoi volare solo se il portale D-Flight, con le mappe di volo ENAC, te lo consentono. Nel portale d-flight, oltre alla registrazione troverai una mappa che le zone che si possono sorvolare.

mappa di volo

Zona Rossa (0 metri): qui non si decolla, è proibito. Molto probabilmente per la presenza di un aeroporto o un eliporto. NON FATELO.

Zona Aracione (25 metri): Nella zona arancione si può volare ad un’altitudine massima di 25 metri.

Zona Gialla (45 metri): Nella zona gialla si può salire a 45 metri di altitudine.

Zona Azzurra (60 metri): in queste zone le quoti permesse sono inferiori a 60 metri.

Zona Bianca (120 metri): nelle zone libere da colore il volo è possibile fino a 120 metri, ricordo che in italia NON si può volare mai a più di 120 metri.

Griglia Rossa: Zona pericolosa, fare sempre attenzione a quando si vola in queste aree e comunque rispettare le quote in base ai colori.

legenda mappa d-flight
La legenda della mappa
  • altezze superiori si possono permettere per brevissimi periodi e solo per far tornare in sicurezza il drone, mai alzarsi oltre le quote permesse se si è lontani più di 50 metri dall’ostacolo che si deve superare.
  • Ricordo inoltre che: In Italia si vola solo a vista, non potete perdere di vista il vostro apparecchio, quindi quasi mai si possono superare i 3/4/5 cento metri di distanza in orizzontale.
  • In italia non è possibile far volare un drone se nelle vicinanza ne sta già volando uno.

Infine vi ricordo alcune cose:

  • I droni sotto i 250 gr. possono sorvolare i centri urbani ( se previsto in mappe d-flight), meglio se con paraeliche di sicurezza (a questo punto però peserà più di 250 gr.)
  • I droni sotto i 250 gr. possono sorvolare persone non informate ma solo se NON in assembramento: qualche persona si, gruppi di persone o folla no.

E ora divertitevi.